Domande?
Contattaci al numero verde:
800-16-85-35,
dall'estero:
+39 347 4717 348

matrimonio

  • Proposte moda matrimoni 2014 - 2015

    Matrimonio in vista? bene, è il post adatto per tutte le future spose, alle prese non solo con ricevimento e bomboniere, ma anche e soprattutto con l’abito da sogno. Vedremo infatti le migliori proposte da matrimonio direttamente provenienti dalle passerelle dell’alta moda, ideali per fornire idee ed assicurarsi così un abito che possa farvi brillare nel giorno più importante della vostra vita.

    Premesso che si tratta di modelli per cui occorrerebbe mettere più di una mano sul portafogli, le proposte da sposa 2014-2015 dell’Haute Couture sono veri abiti da sogno, ricchi ed elaborati. Ecco che quindi assisterete ad uno vero tripudio di pizzi, tulle ed applicazioni scintillanti, senza contare quei motivi gold in grado di arricchire gli abiti dai tagli essenziali ed in stile minimal.

    Per la nuova stagione anche la palette cromatica sarà ricca e variegata, adatta per tutti i gusti: dal bianco alle tonalità nude, passando per tonalità “osè” ed intriganti, com il celeste pastello oppure il rosso. E’ facile capire che, come nella migliore tradizione dell’Haute Couture, anche la prossima stagione  vedrà un wedding style assolutamente elegante, completato da accessori e dettagli sartoriali molto chic.

    Pensate che non mancano poi abiti da sposa neri, giusto per evidenziare ancora una volta tutta l’importanza data da ciascuna Maison ai colori. Per i gusti più “tradizionali”, comunque, non mancheranno abiti da sposa dallo stile sobrio, come quelli proposti da Lagerfeld mentre, per le spose in dolce attesa, Chanel ha ben pensato a delle decorazioni barocche alternative, oltre che gustosissime.

    Dior, per le sue spose, ha ben pensato ad uno stile vintage, anzi antico (ispirato all’800), mentre Valentino ha prediletto le forme più pulite e sobrie. In ultimo, non poteva mancare la moda “effetto mesh”, di cui Elie Saab è una grande interprete, e neanche le applicazioni glitter argentate, raffinatissime sugli abiti da sposa di Murad. L’Haute Couture non delude le attese neanche per la stagione 2014-15, avete già scelto l’abito dei vostri sogni?

  • Quanto costa ingaggiare un wedding planner?

    Il wedding planner, una figura professionale tipicamente statunitense ma sempre più “in voga” anche nei Paesi europei, tra cui la nostra Italia ovviamente. Il motivo è facile a capirsi: come non cogliere al volo la possibilità di avvalersi di un consulente professionista con cui organizzare letteralmente il matrimonio dei propri sogni?

    E si, il wedding planner, infatti, altro non è che quella figura che si occupa di tutti gli aspetti organizzativi del proprio matrimonio, dall'addobbo della Chiesa al ricevimento in sé per sé, senza tralasciare i servizi fotografici, gli arredamenti e tutte quelle iniziative utili per far sì che un matrimonio diventi indimenticabile non solo per gli sposi, ma anche per i loro invitati.

    Dunque, assodato cosa s'intenda per wedding planner, e chiarito come la sua presenza possa di fatto “sollevare” i futuri sposi da ogni responsabilità ed impegno in fatto di organizzazione del matrimonio, la domanda da un milione di dollari è: quanto costa ingaggiare questa figura professionale?

    Ovviamente vorrei consigliarvi subito di effettuare la scelta con una certa attenzione: quella del wedding planner è una figura in costante crescita in Italia, ma proprio perchè stiamo assistendo a quest'autentica “proliferazione”, non sono poche le ragazzette che amano organizzare eventi e farsi definire “wedding planner” senza, di fatto, possedere le competenze necessarie per organizzare un matrimonio in grande stile (o comunque seguendo i personali gusti degli sposi).

    Dunque, individuata quella persona con una spinta personale peculiare e determinate capacità organizzative professionali, in una parola un wedding planner professionista, dovremo regolarci sulla sua assunzione, o meglio sul prezzo delle sue performance. In Italia molti sono convinti del fatto che il wedding planner sia costoso, riservato solo ad un gruppo ristretto di “eletti”.

    In realtà, però, questa figura professionale è addirittura in grado, nella maggior parte dei casi, di far risparmiare i futuri sposi per l'organizzazione del proprio matrimonio. Ok, il wedding planner non solo coordina ed organizza, ma supervisiona i “lavori” e, all'occorrenza, rincuora e conforta i novelli sposi su eventuali aspetti organizzativi che arrecano dubbi o perplessità.

    Insomma, il wedding planner fa un bel lavoro, il suo impiego richiede non pochi impegni e tanta, tanta passione e dedizione. Perchè allora dovremmo risparmiare? In fondo la risposta è semplice: questi professionisti hanno molto più potere di negoziazione e mediazione rispetto alla coppia. Infatti, fin dall'inizio, i wedding planner stabiliscono relazioni stabili con le singole aziende del settore, garantendosi reciproco lavoro e, cosa non da poco, un sensibile abbattimento dei costi alla radice.

    In secondo luogo, la presenza di un wedding planner è sinonimo di sicurezza anche dal punto di vista della qualità. Avete infatti presente il numero di fornitori esistenti nell'industria dei matrimoni? Sono tantissimi, motivo per cui regolarsi senza conoscere il settore potrebbe disorientare la coppia e, putroppo, portarla anche ad un autentica fregatura. Ecco che quindi il wedding planner “scongiura” anche questo pericolo, grazie all'esperienza accumulata negli anni che gli permette di trovare il rapporto desideri-costi più conveniente ed ottimale.

    In ultimo, ragionando in termini di cifre “nude e crude”, l'operato di un wedding planner viene pagato in base a ciò che, ovviamente, gli viene richiesto dalla coppia: se ad esempio “vi accontentate” solo delle partecipazioni, degli inviti e delle bomboniere, il preventivo per circa 100 persone potrebbe aggirarsi sui 400 euro, che diventano almeno 1000 se desiderate anche le bomboniere.

    Il consiglio personale è quello di lasciare le bomboniere alla vostra semplice fantasia (potete dare un'occhiata a questo link ), così da provvedere ad un souvenir il più possibile personale. Piuttosto, “investite” il vostro denaro per gli addobbi, la cerimonia ed il ricevimento, tenendo conto che solitamente un wedding planner professionista si fa retribuire o applicando un prezzo fisso al di fuori del budget preventivato dagli sposi, o facendosi pagare direttamente dai fornitori, oppure applicando una percentuale (solitamente del 10 o 20%) sul budget stabilito dai futuri sposi.

    In definitiva, quindi, capirete facilmente perchè lo sviluppo di queste figure “specializzate” nel settore matrimoni sia più da considerare un'occasione da agguantare che non un pretesto per farsi “spillare” soldi in più. Io, personalmente, trovo la possibilità alquanto affascinante, e non credo che i film americani c'entrino qualcosa in questo!

  • Le 5 Chiese più belle per sposarsi a Venezia

    Le 5 Chiese più belle per sposarsi a Venezia

    Se c'è un'usanza che può essere considerata tradizionale qui in Italia è quella che riguarda la location del matrimonio. E' infatti buona prassi pronunciare il fatidico “si” nella città o nel paese dov'è nata e cresciuta la sposa, anche se occorre precisare che i nuovi usi dei tempi moderni stanno facendo “barcollare” quella che fino a pochi anni fa era autentica consuetudine. Ecco che quindi le coppie prossime al matrimonio vanno sempre più alla ricerca di location diverse, originali, emozionanti o romantiche.

    Sicuramente il sogno dei futuri sposi che desiderano “evadere” dalla propria terra natìa almeno nel giorno più importante della loro vita (di coppia e non) è quello di recarsi all'estero. Se però le finanze non lo consentono, oppure semplicemente si desidera restare in Italia, per fortuna il nostro Paese non è l'ultima ruota del carro in quanto a cultura, storia ed ovviamente arte. Anzi, io direi che siamo tutt'oggi una delle terre più belle e rilassanti che esistano, quindi perchè non sposarsi ad esempio a Firenze oppure a Venezia?

    Ecco, proprio Venezia credo sia la città più romantica che esista qui in Italia, una location unica, difficilmente equiparabile ad altre realtà “locali”, specie se cercate un matrimonio “senza tempo”. Dunque, se proprio quello di sposarvi nella città veneta è il vostro sogno nel cassetto, potreste prendere in considerazione una di queste 5 chiese, a mio avviso le più suggestive e romantiche per trasformare il matrimonio in qualcosa di più simile ad un sogno.

    1. BASILICA DI SAN MARCO

    Ok, sicuramente chi dice Venezia pensa in automatico alla Basilica di San Marco ed al suo campanile, ma avete mai pensato cosa significherebbe celebrare il matrimonio al suo interno?

    Completata definitivamente nel XVI secolo, San Marco “contempla” splendidi mosaici, pilastri imponenti e tetrarchi suggestivi. L'impatto potrebbe perfino farvi dimenticare di trovarvi in un luogo di culto, ma correre il rischio ne vale assolutamente la pena.

    2. CHIESA DI SANTA MARIA DEI MIRACOLI

    C'è chi considera la Chiesa di Santa Maria dei Miracoli come la più bella di tutta Venezia. Di arte non ne capisco troppo, ma sicuramente il colpo d'occhio, una volta entrati, è eccezionale: sull'altare c'è il dipinto della Vergine con il Bambino, mentre uno splendido organo è pronto ad accompagnare romanticamente e solennemente l'ingresso della sposa, la tradizione...dentro la tradizione.

    3. CHIESA DEI SANTI GIOVANNI E PAOLO

    Anche questo è uno degli edifici più importanti di Venezia, costruito dai Frati Domenicani tra il XIII ed il XV secolo. La peculiarità artistica di questa Chiesa è la costruzione interamente realizzata con mattoni rossi all'esterno, pronti a spiccare sulle acque della città lagunare. Niente di più indicato per i futuri sposi che a mare sono nati e proprio sul mare vogliono pronunciare il fatidico “si”.

    4. CHIESA DEL REDENTORE

    Questa Chiesa porta la “firma” di Palladio, un ottimo “biglietto da visita” per chi cerca un edificio maestoso e con tanta storia al suo interno. Lo stile è ovviamente quello rinascimentale, mentre all'interno sono tantissime le opere d'arte importanti, così come i preziosi reliquiari e le opere devozionali legate alla storia della Chiesa. La Chiesa del Redentore è dunque ideale per i futuri sposi che cercano una cerimonia particolarmente solenne.

    5. BASILICA SANTA MARIA DELLA SALUTE

    L'elenco di Chiese appena proposto non è certo una classifica perchè, se così fosse, non potremmo relegare la Basilica di Santa Maria della Salute all'ultimo posto. Quest'edificio rappresenta infatti un vero “tributo” al Barocco, terminato nel 1687 e sorto per “ringraziare” la Madonna per aver liberato Venezia dalla peste del 1630. Ovviamente neanche all'interno di questa Basilica mancano opere illustri e nomi importanti, come Tiziano e Tintoretto.

    Spero che le proposte appena suggerite vi siano d'aiuto. Se avete individuato la Chiesa dei vostri sogni, non vi resta che dirlo a tutti gli invitati e prepararvi al meglio per il grande giorno. In ultimo, vi ricordo che, anche lontani da casa, potrete comunque rendere più “informale” ed intimo il luogo dove decidete di sposarvi, creando ad esempio dei segnaposti originali per tutti gli invitati, oppure dei sottobicchieri che richiamino la stagione in cui vi sposerete. Date un'occhiata a questo link per farvi un'idea migliore, buona scelta!

  • 10 Cose da fare….prima di sposarsi!

    Ci siamo: il grande giorno sta per arrivare! Comincia il conto alla rovescia e soprattutto l’estenuante conta di ciò che manca e ciò che c’è. Naturalmente stiamo parlando del matrimonio, un evento importantissimo che coinvolge emotivamente –e non solo- sposi ed invitati. Ma quando si parla di ‘liste’, non deve venire in mente solo quella ‘di nozze’ (per i regali), o quella degli invitati al ricevimento. Forse un’altra, importante lista che ogni sposo dovrebbe tenere, è quella delle ‘cose da fare prima di sposarsi’. Eh sì, perché in tutto quel trambusto di preparativi, spesso ci si dimentica della cosa più importante: se stessi. MA cosa fare, quindi, prima di sposarsi?

    Ecco una breve lista delle 10 cose che si potrebbe desiderare di fare…

    1) Fare un viaggio da soli: potrà sembrare quasi una bestemmia, ma pensateci bene… passerete tutto il resto della vostra vita con la persona amata e probabilmente avete già viaggiato insieme – per non parlare dell’imminente viaggio di nozze che vi attende -. Non sarebbe bello, ancora una volta, provare l’ebbrezza di raggiungere una meta in solitudine, o magari accompagnati da un amico/a così come si faceva quando si era al liceo?

    2) Fare shopping sfrenato: sicuramente in questo momento le vostre finanze sono tutte convogliate nell’organizzazione del matrimonio, ma perché allora non destinare parte del proprio budget ad acquistare anche cose non strettamente legate alle nozze?

    3) Godetevi la vostra vita da fidanzati: già, perché di fatto lo siete! A breve sarete marito e moglie, ma fino ad allora, non trascurate l’importanza di sentirvi ancora, insieme, ‘fidanzatini’. La vostra vita coniugale ringrazierà.

    4) Fatevi aiutare: non penserete mica che organizzare un matrimonio sia un gioco da ragazzi vero? Se potete, demandate alcuni compiti ad altri –naturalmente persone fidate-. La parola d’ordine è ‘zero stress’: il momento per voi deve essere magico, non incubo dal quale dovete uscire privi di energie.

    5) Tenete a freno la lingua: sappiamo quanta voglia di condivisione può esserci da parte vostra, ma non tutto va rivelato. Siate discreti su alcune questioni (dettagli dell’abito da sposa, location del ricevimento): sarà una sorpresa per i vostri ospiti e una soddisfazione in più per voi.

    6) Condividete (questo sì) la vostra gioia: amici e parenti saranno parte fondamentale della vostra vita coniugale, parte della vostra famiglia. E la vostra gioia deve essere anche la loro.

    7) Inutile ribadirlo (ma una volta in più non fa mai male): lo sposo NON deve assolutamente vedere la sposa in abito nunziale prima che il matrimonio venga celebrato. Si dice che porti male e, che siate scaramantici o no, è meglio non rischiare…

    8) Siate sempre in accordo: il matrimonio unisce, ma può essere anche motivo di dissapori spiacevoli. Come ad esempio la scelta del luogo dove celebrare le nozze o la sempre difficile collocazione degli invitati ai tavoli…

    9) Trovate le giuste bomboniere: il vostro giorno speciale dovrà essere ricordato per sempre da parenti e amici. Allora cercate di ricordarglielo con qualcosa di utile e piacevole.

    10) Ultimo consiglio – ma non meno importante - : guardatevi sempre negli occhi. Quella persona diventerà il compagno/a di una vita e non dovete mai dimenticare che di quello sguardo vi siete innamorati perdutamente…

  • E se la sposa è più alta dello sposo?

    I preparativi per il matrimonio possono richiedere davvero molto tempo. In linea di massima, infatti, dal fidanzamento ufficiale può passare anche più di un anno prima che la promessa si ufficializzi sull'altare.

    Le cose da organizzare, i luoghi da vedere e le decisioni da prendere in vista del grande giorno sono davvero molte. Non tutte, però, necessitano solo di una buona agenzia di wedding planner per essere risolte.

    In effetti, possono presentarsi delle circostanze insolite che, se per alcuni non costituiscono una preoccupazione, per altri possono diventare un vero e proprio tormento.

    Accade, ad esempio, alle spose che sono più alte dello sposo e che a causa di tale circostanza -  vivono momenti di grande imbarazzo nel prendere una scelta piuttosto che un'altra. Le donne, infatti, pensano a come verranno le foto, ai commenti degli invitati e alla concreta possibilità che si verifichi una sproporzione troppo marcata nel caso in cui si decida di indossare ai piedi un paio di scarpe con tacco 12.

    Le soluzioni per evitare di accentuare la differenza di statura rispetto all'uomo ci sono, ma non sempre sono condivise dalle donne. L'ideale, infatti, sarebbe innantitutto rinunciare ai tacchi troppo alti. E' ovvio che un tacco con tanto di plateau finirà con aumentare il dislivello della sposa rispetto allo sposo. Certamente, l'idea di indossare un paio di ballerine il giorno delle nozze non entusiasma nessuna futura sposa ma optare per un tacco basso e consigliare un paio di stringate rialzate allo sposo potrebbe aiutare a livellare la coppia. Inoltre, è preferibile evitare di farsi foto in posizioni verticali: è consigliabile, infatti, che la donna scelga un gradino più basso rispetto a quello dell'uomo e che - in ogni posa - si prediliga la seduta o comunque una posizione che aiuti a far notare di meno le differenze d'altezza. Infine, la sposa oltre ai tacchi dovrebbe evitare acconciature verso l'alto, cappelli o qualsiasi altro accessorio contribuisca a renderla più alta rispetto allo sposo. Discorso contrario per lo sposo basso che, invece, potrà sbizzarristi in acconciature moderne (se giovane) oppure indossare un cappello da divisa militare o un classico, ma elegantissimo, cilindro.

    null

Prodotti 11 a 15 di 15 Vedi

Pagina:
  1. 1
  2. 2