Domande?
Contattaci al numero verde:
800-16-85-35,
dall'estero:
+39 347 4717 348

10 Consigli per un Matrimonio Bon Ton dalla wedding planner Simona Rossi

Oggi siamo in compagnia della wedding planner di Catania Simona Rossi e parliamo di  bon ton. In dieci semplici punti, Simona ci spiega come organizzare un matrimonio a prova di Galateo!

cerimonia all'aperto (800x533)L’organizzazione di un matrimonio non è sempre così facile come si crede e sono tanti gli aspetti da considerare.  Cosa fare e non fare? Come scrivere le partecipazioni? Quali accessori indossare? Come comunicare la lista nozze agli invitati? Queste e tante altre sono le domande più comuni che spesso assillano le spose in preda ai preparativi del loro matrimonio.   Ma non bisogna avere paura! Basta conoscere ed applicare qualche piccolo consiglio di bon ton per evitare spiacevoli inconvenienti e riuscire ad organizzare un matrimonio perfetto

Oggi vediamo insieme 10 semplici consigli per un matrimonio bon ton:

 Partecipazioni e inviti

Secondo il galateo le partecipazioni vanno consegnate almeno due mesi prima del matrimonio, in modo da poter dare agli invitati il tempo per organizzarsi e dare la conferma. Diversi sono gli stili delle partecipazioni tra cui poter scegliere, dal formato classico e tradizionale con cartoncino rettangolare bianco o avorio agli stili e formati più moderni con carte riciclate, colorate, metallizzate, intagli ed embossing.

partecipazioni (800x533)Qualunque sia lo stile scelto vale sempre la stessa regola: a sinistra il nome dello sposo, a destra il nome della sposa, al centro data e luogo delle nozze ed in basso l’indirizzo della futura dimora degli sposi.

Unitamente alle partecipazioni andranno poi stampati anche i cartoncini d’invito nei quali andrà precisato il luogo in cui si terrà il ricevimento e l’eventuale dress code. In basso a  destra dovrà sempre esserci la scritta R.S.V.P (répondez, s’il, vous plaìt).

Altro punto di attenzione sono poi gli indirizzi sulle buste che andranno rigorosamente scritti a mano, in bella grafia e per esteso, senza nessuna abbreviazione o titolo (vietato quindi mettere:  “fam.”; “gent.mo”; “sig.re”; “egregio” ed altra roba varia…!).

Ricordate inoltre che una partecipazione consegnata a mano fa sempre bella figura ed è certamente preferibile al postino!

I biglietti di ringraziamento

Niente è più bon ton di un bel biglietto di ringraziamento da inviare, al ritorno dal vostro viaggio di nozze, a tutti i colori che vi hanno mandato un regalo o un telegramma, a prescindere dalla loro presenza o meno il giorno delle nozze.

Anche i biglietti di ringraziamento andranno sempre scritti a mano, magari con un piccolo riferimento al dono ricevuto!

 Questo è un gesto piccolo ma davvero molto importante che farà sentire speciale e compiaciuto chi ha impiegato del tempo a scegliere un regalo per voi.

Il bouquet

Secondo un’antica tradizione il bouquet rappresenta l’ultimo regalo che lo sposo offre alla sua futura sposa e simboleggia così il concludersi del periodo di fidanzamento e l’inizio di una nuova vita insieme.

Quindi la scelta del bouquet spetterebbe proprio allo sposo, un gesto davvero romantico ma che potrebbe gettare nel panico la sua amata sposa.

bouquet sposa (533x800)Il mio consiglio è quello di rispettare questa bellissima tradizione e di fidarvi del vostro futuro sposo che con un piccolo aiutino della vostra migliore amica o della vostra wedding planner di fiducia farà sicuramente la scelta giusta e soprattutto dettata dal cuore!

L’abbigliamento degli sposi

Lo sposo perfetto dovrà sempre indossare un abito scuro monopetto. Se si vuole optare per un Tight ricordate che và indossato solo per le nozze formali e diurne in quanto non è ammesso dopo le ore 18. Guanti e cappello dovranno essere tolti in chiesa ed il bastone andrà poggiato.

 Assolutamente bandito dal galateo sarà lo sposo in smoking!

Alla sposa è invece concesso l’uso dei guanti in chiesa ma solo per l’ingresso. Andranno infatti tolti, lentamente e con grazia, non appena sarà arrivata all’altare accanto al suo sposo e prima dell’inizio della cerimonia.

Ricordate inoltre che tutte le spose brillano già di luce propria per cui evitate gli eccessi con i gioielli. Gli unici gioielli consentiti sono la fede per entrambi, orecchini per lei e gemelli per lui e soprattutto ricordate di lasciare a casa l’anello di fidanzamento!

Le bomboniere

Il galateo vuole che sia la sposa a scegliere e ordinare le bomboniere ma saranno poi i genitori a recapitarle una ventina di giorni dopo le nozze in segno di ringraziamento. Le bomboniere dovranno sempre essere accompagnate da un bigliettino che riporta i nomi degli sposi e la data del matrimonio. Oggi però, per praticità, sono gli sposi stessi a consegnare le bomboniere ai loro amici e parenti il giorno stesso del ricevimento.

bomboniere (800x571)Ricordate inoltre che all’interno delle bomboniere dovranno essere inseriti 5 confetti in segno di buon augurio.

Perché proprio cinque? Perché cinque sono le virtù che ogni matrimonio dovrebbe possedere: felicità, salute, fertilità, ricchezza e longevità.

Fedi

Le fedi sono il simbolo della reciproca promessa, il sigillo del vincolo eterno di amore e fedeltà tra gli sposi. La forma circolare simboleggia infatti l’unione tra due persone.

Il galateo vuole che le fedi siano lisce, sottili e in oro giallo ma in realtà è solo una questione di gusti e stile, in commercio infatti è possibile trovare una vasta scelta di modelli.

L’unica regola ferrea da osservare è solo quella di indossare le fedi sempre e solo all’anulare della mano sinistra perché vi è la credenza che di lì passi una piccola vena collegata direttamente con il cuore.

Lista nozze

Il galateo vieta espressamente di inserire all’interno della busta, contenente partecipazioni ed inviti, i bigliettini dei negozi in cui è stata fattala lista nozze! Tali indicazioni dovranno, per buona norma, essere date sempre a voce.

Dato che però la maggior parte delle spose vuole evitare di comunicare questa notizia personalmente, un buon compromesso potrà essere quello di prevedere la stampa di un piccolo biglietto, con lo stesso tipo di carta, stile e grafia di quello usato per le partecipazioni dove comunicare, magari con una frase carina ed elegante, tutti i vari dettagli per poter contribuire al regalo.

In questo modo vi toglierete dall’imbarazzo del comunicare le vostre preferenze di regalo per telefono ma non avrete inorridito la vostra bellissima partecipazione con un triste biglietto da visita del negozio!

Corteo

Secondo il corteo classico lo sposo entra in chiesa qualche minuto prima dell'inizio della cerimonia, accompagnato dalla madre. Dietro di lui entrano i testimoni e tutti gli invitati, che prenderanno posto rispettivamente a sinistra i familiari della sposa e a destra i familiari dello sposo.

La sposa, accompagnata alla sua destra dal padre, farà il suo ingresso trionfale, con il sottofondo musicale della marcia nuziale, preceduta dai paggetti e seguita dalle damigelle che si occuperanno dello strascico o del velo.

Divisione delle spese

La divisione delle spese di un matrimonio è un argomento abbastanza spinoso e delicato. Sempre più spesso gli sposi decidono di affrontarle insieme e dividere tutto a metà.

Ma se proprio si volesse rispettare l’ antica tradizione bisogna allora sapere che alla famiglia della sposa spettano le spese relative alle partecipazioni, bomboniere, corredo della sposa e della casa, e i costi del ricevimento. Alla famiglia dello sposo spettano invece l’acquisto della futura casa, i fiori, il bouquet, le fedi e il viaggio di nozze.

Abbigliamento invitati

Poche ma semplici regole per il dress code dell’invitato perfetto! Mai indossare un abito lungo in pieno giorno, coprire sempre le spalle ed evitare profonde scollature in Chiesa. Non vestitevi mai né di nero, in quanto non siete ad un funerale, né di bianco, perché solo la sposa può indossare questo colore,  né di colori troppo forti o accesi come il rosso, per evitare che l’attenzione cada su di voi anziché sulla sposa.

simona rossi (576x576)Un abito semplice ma elegante, color pastello e con lunghezza sotto il ginocchio sarà quindi sempre da preferire a tutto il resto!

Un ultimo consiglio: Ricordate che il buon gusto e la sobrietà sono sempre da preferire agli eccessi!

Se avete ancora qualche dubbio o bisogno di un piccolo aiuto la vostra wedding planner di fiducia è a vostra disposizione e sempre pronta ad aiutarvi ovunque vi troviate grazie al nuovo servizio di consulenza on line: facile, veloce, economico e a portata di click!

Lascia un Commento